Il Blog di Patria e Costituzione

La “tartaruga sagace” e gli insegnamenti del 2017. La “tartaruga sagace” e gli insegnamenti del 2017.

La "tartaruga sagace" e gli insegnamenti del 2017.

(A cura di Sandro De Toni ) La sera del primo turno delle presidenziali francesi Jean-Luc Mélenchon, pur con il 22% dei suffragi (7,7 milioni di voti) era fuori dal secondo turno per una differenza di soli 420mila voti che gli erano stati sottratti dagli altri candidati di sinistra ed in particolare dal candidato del partito comunista che, a differenza del 2012 e del 2017, aveva deciso di non confluire sul suo nome. Chiunque si sarebbe arreso, ma una volta studiato meglio i risultati, il leader della France Insoumise capii che aveva in realtà conseguito un vero exploit e che si apriva una grande possibilità per la sinistra se avesse saputo unirsi. Facendo i calcoli constatava che al primo turno delle presidenziali era arrivato in testa in 103 collegi delle legislative, in seconda posizione ...


3 Giugno 2022 di user
Stefano Fassina (Leu) «Mes strumento superato, usarlo sarebbe una sciagura Basta imbrigliare la politica» Stefano Fassina (Leu) «Mes strumento superato, usarlo sarebbe una sciagura Basta imbrigliare la politica»

Stefano Fassina (Leu) «Mes strumento superato, usarlo sarebbe una sciagura Basta imbrigliare la politica»

L’intervista di Stefano Fassina a Verità&Affari sul Mes. ”Ebbene sì: in Italia, di fronte ai rischi per il nostro debito pubblico determinati da cause esogene, c’è chi non vede l’ora di poter tornare all’attacco per il #Mes e così rendere ancora più stringente il vincolo esterno all’autonomia della #politica, quindi agli spazi di #democrazia effettiva. Anche no, grazie.” così in una nota su Facebook.   ...


28 Maggio 2022 di Stefano Fassina
UN “PROGRAMMA CONDIVISO” PER GOVERNARE UN “PROGRAMMA CONDIVISO” PER GOVERNARE

UN "PROGRAMMA CONDIVISO" PER GOVERNARE

UN “PROGRAMMA CONDIVISO” PER GOVERNARE Giovedì 19 maggio scorso la Nuova Unione Popolare Ecologista e Sociale (NUPES) ha presentato il suo “programma condiviso“. La NUPES è nata da un accordo tra i principali partiti della sinistra francese per le imminenti elezioni legislative dopo che il ballottaggio per le elezioni presidenziali aveva visto riconfermato il presidente uscente Emmanuel Macron sul nome del quale sono confluiti molti elettori che al primo turno avevano votato per il leader della France Insoumise per sbarrare il passo all’estrema destra. Ora si tratta di “un terzo turno” con l’invito di Mélenchon a votarlo come primo ministro imponendo una coabitazione al Presidente Macron. Questo programma è dunque un programma di governo. ...


24 Maggio 2022 di Stefano Fassina
Da Parigi: il programma della sinistra unita e plurale. Da Parigi: il programma della sinistra unita e plurale.

Da Parigi: il programma della sinistra unita e plurale.

PROGRAMMA DI GOVERNO CONDIVISO DELLA NUOVA UNIONE POPOLARE ECOLOGICA E SOCIALE (Introduzione di Sandro De Toni, traduzione Contropiano) Il programma di governo condiviso qui presentato è il risultato di uno sforzo collettivo che coinvolge diverse organizzazioni politiche, sulla base di programmi a loro volta elaborati coinvolgendo migliaia di cittadini, associazioni, sindacati, ambientalisti e politici. Contenuti Introduzione di Jean-Luc Mélenchon Un programma di governo condiviso Capitolo 1: Progresso sociale, lavoro e pensioni Capitolo 2: Ecologia, biodiversità, clima, beni comuni ed energia Capitolo 3: Condivisione della ricchezza e giustizia fiscale Capitolo 4: Servizi pubblici: sanità, istruzione, cultura, sport Capitolo 5: Sesta Repubblica e democrazia Capitolo 6: Sicurezza e giust ...


24 Maggio 2022 di Stefano Fassina
Patria e Costituzione riprende la pubblicazione online. Patria e Costituzione riprende la pubblicazione online.

Patria e Costituzione riprende la pubblicazione online.

Per varie difficoltà, non soltanto di ordine pratico, ma anche culturale e politico, da tempo il sito di Patria e Costituzione è fermo. Oggi, riprendiamo, nonostante problemi rilevanti rimangono. Riprendiamo con la pubblicazione di un interessante commento di un giovane studioso, Guido Barbi, sui diritti ed i doveri dell’informazione in tempo di guerra. Buona lettura. Ps: vi invitiamo ad inviare alla nostra email commenti ai testi pubblicati e vostri contributi redazione@patriaecostituzione.it ...


18 Maggio 2022 di user
Lavrov-Brindisi vs Krusciov-Lippmann: la libertà di stampa e la volontà di comprendere. – di Guido Barbi Lavrov-Brindisi vs Krusciov-Lippmann: la libertà di stampa e la volontà di comprendere. – di Guido Barbi

Lavrov-Brindisi vs Krusciov-Lippmann: la libertà di stampa e la volontà di comprendere. - di Guido Barbi

Lavrov-Brindisi vs Krusciov-Lippmann: la libertà di stampa e la volontà di comprendere L’intervista televisiva di Giuseppe Brindisi a Sergej Lavrov è stata denunciata da molti commentatori, politici e personaggi istituzionali come inappropriata e pericolosa – rea di fornire una tribuna alla disinformazione di Mosca, di diffondere pericolose teorie complottiste, o addirittura di minare la sicurezza nazionale italiana. Per fortuna questa condanna non è stata unanime. Di fronte al biasimo per un’intervista colpevolizzata per avere dato la parola all’intervistato, non pochi hanno ricordato l’importanza della libertà di stampa e di informazione per una democrazia. Ma anche fra chi si è sforzato di sottolineare l’importanza della libera informazione – particolarmente in un tempo permeato di ...


17 Maggio 2022 di user
Il coraggio della verità di Sassoli e Letta Il coraggio della verità di Sassoli e Letta

Il coraggio della verità di Sassoli e Letta

Chi definisce improvvisate le valutazioni e le proposte di David Sassoli e Enrico Letta sul Mes sanitario e sul debito pubblico è pienamente consapevole delle prospettive economiche e di finanza pubblica dell’Eurozona e dell’Italia a ‘politiche invariate’? Ha dato uno sguardo al dibattito europeo? Ha notizia, da ultimo, del paper pubblicato dall’Istituto Delors di Berlino? Il debito pubblico della gran parte degli Stati euro, a causa del collasso in media di 10 punti percentuali dell’economia, è balzato largamente sopra il 100% del Pil, in uno di scenario a inflazione zero e crescita modesta, oltre l’atteso rimbalzo superate le chiusure imposte dal Covid, data la fine della rotta mercantilista alimentata per un quarto di secolo dagli Stati Uniti. In tale quadro, per ridurre la zavorra dei ...


18 Novembre 2020 di Stefano Fassina
RDC DEVE DIVENTARE LAVORO DI CITTADINANZA RDC DEVE DIVENTARE LAVORO DI CITTADINANZA

RDC DEVE DIVENTARE LAVORO DI CITTADINANZA

Gli effetti del Covid-19 sarebbero stati devastanti per 1,3 milioni di famiglie in assenza del Reddito di Cittadinanza. La spiegazione degli scarsi risultati occupazionali e’, prevalentemente, keynesiana, ancor piu’ nella pandemia, dato il crollo del 10% dell’attivita’ produttiva. E’ nella carenza di domanda di lavoro da parte delle imprese, a sua volta dovuta al deficit di domanda interna, soprattutto nel Mezzogiorno, ossia nei territori dove e’ piu’ diffuso il RdC. È necessario, come ai tempi del New Deal di Roosevelt, l’intervento pubblico per creare direttamente lavoro. A tal fine, va data centralita’ alla funzione dei Comuni, prevista ma rimasta ai margini. I ‘Progetti utili alla collettivita”, da predisporre insieme al ...


2 Ottobre 2020 di Redazione
Repubblica Parlamentare o Repubblica Bonapartista? Repubblica Parlamentare o Repubblica Bonapartista?

Repubblica Parlamentare o Repubblica Bonapartista?

Il 20 e il 21 settembre p.v. si terrà il referendum relativo alla riduzione del numero dei Parlamentari. E’ questo l’ennesimo tentativo di modificare la Costituzione, se ne sono fatti tanti e purtroppo qualcuno è anche riuscito come quello che ha modificato il Titolo V della Costituzione con gli effetti devastanti che ha avuto sulla vita degli italiani. Proprio questi effetti e la loro gravità li stiamo costatando in questa fase di crisi sanitaria. L’aver potenziato le Regioni introducendo dosi massicce di decentramento ha posto fine a qualsiasi politica nazionale, alla coesione sociale e nazionale ed ha di fatto eliminato il principio di uguaglianza tra cittadini appartenenti allo stesso Stato. Gli italiani vengono ora chiamati a pronunciarsi sull’ennesima bruttura costituzionale e cioè ...


31 Agosto 2020 di Gerardo Lisco
Non stravolgiamo ulteriormente la nostra costituzione Non stravolgiamo ulteriormente la nostra costituzione

Non stravolgiamo ulteriormente la nostra costituzione

Se il numero dei parlamentari rallenta il processo di formazione delle leggi, com’è possibile che si sia giunti ad una legge di riforma costituzionale in così breve termine? La legge costituzionale di riduzione dei parlamentari si basa sull’assunto che sia necessario per il nostro paese diminuire i costi della politica e che questo “risultato” possa essere raggiunto attraverso la diminuzione della rappresentanza parlamentare. Con stupefacente velocità il Parlamento ha approvato la Legge costituzionale di modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione e, come vedremo in seguito, è destinata ad influire anche sull’art. 90 della Costituzione. La legge in questione ha avuto un iter brevissimo se si pensa che è stata proposta nel febbraio del 2019 ed è stata approvata nei primissimi gio ...


26 Agosto 2020 di Giuseppe Libutti
La foga anti-Stato di Panebianco (che dimentica i predatori privati) La foga anti-Stato di Panebianco (che dimentica i predatori privati)

La foga anti-Stato di Panebianco (che dimentica i predatori privati)

Articolo di Stefano Fassina presente su Il Fatto quotidiano   Investi nella buona politica, sostieni la scuola di formazione politica di Frattocchie 2020 ...


5 Agosto 2020 di Stefano Fassina
Italexit Italexit

Italexit

In questo periodo nell’area politica che frequento maggiormente c’è grande fermento, volano stracci e qualche coltellata. Il grande tema è dato dalla comparsa sul terreno di un’aspirante forza politica, guidata dall’ex direttore della Padania e vicedirettore di Libero, sen. Gianluigi Paragone. Il manifesto politico e scritto da mani capaci, e, per quanto semplicistico, tocca tutti i punti giusti nell’area di riferimento. Tuttavia più del manifesto, il cuore della proposta sta in ciò che viene comunicato dalla scelta stessa del nome: ITALEXIT, l’uscita dell’Italia dall’UE. La fibrillazione nell’area politica di riferimento (oscillante tra ‘sinistra euroscettica’ e ‘destra sociale’) è manifesta. Il senso politico dell’operazione è piuttos ...


2 Agosto 2020 di user
Le 5 giornate di Bruxelles: “svolta” conservativa e confederale Le 5 giornate di Bruxelles: “svolta” conservativa e confederale

Le 5 giornate di Bruxelles: “svolta” conservativa e confederale

Lasciata depositare un po’ di polvere mediatica sull’esito delle 5 giornate di Bruxelles, proviamo a farne un’analisi articolata e sorretta dai dati di realtà. Di fronte alle conseguenze economiche e sociali del Covid-19, la manovra in extremis nel lungo vertice dei Capi di Stato e di Governo ha evitato il naufragio politico dell’Unione europea. Alla luce dello scampato pericolo, la qualifica di “storico” è enfasi retorica comprensibile. Certamente, è stato un passaggio decisivo per il futuro dell’Unione e certamente è stato decisivo il contributo dato dal Presidente del Consiglio, dal Ministro Amendola, dal Commissario Gentiloni e dal Presidente del Parlamento Sassoli. Vanno ringraziati per la determinazione, l’intelligenza e la professionalità dimostrata insieme a tutta la delegazione di ...


25 Luglio 2020 di Stefano Fassina
L’ A.N.P.I al fianco delle studentesse e degli studenti antifascisti L’ A.N.P.I al fianco delle studentesse e degli studenti antifascisti

L' A.N.P.I al fianco delle studentesse e degli studenti antifascisti

Esprimiamo solidarietà a tutte le studentesse e gli studenti che oggi 23 luglio 2020 sono stati colpiti da misure repressive e restrittive della loro libertà, in seguito ai fatti avvenuti il 13 febbraio 2020 al Campus Einaudi dell’Università di Torino: a questi giovani sono stati inflitti arresti domiciliari, obblighi di firma e divieto di dimora solo perché antifascisti. Il 13 febbraio 2020 le Sezioni A.N.P.I. “68 Martiri” Grugliasco, Anpi Nizza Lingotto, V Riunite Torino, insieme al Comitato Mamme in piazza per la libertà di dissenso, hanno organizzato al Campus Einaudi il convegno “Fascismo, Colonialismo, Foibe”, con la presenza di Moni Ovadia e del giornalista Stojan Spetič, per fare chiarezza sui temi della verità storica, del revisionismo storico, del mito autoassolutorio ...


24 Luglio 2020 di Redazione
Autostrade, Fassina:  imboccata strada giusta Autostrade, Fassina: imboccata strada giusta

Autostrade, Fassina: imboccata strada giusta

Per la risoluzione della vicenda Aspi-Atlantia, e` stata imboccata la strada giusta, utile all`interesse generale: finalmente, la gestione di un monopolio naturale come le autostrade ritorna allo Stato. E` finita la pacchia ventennale delle rendite miliardarie garantite agli azionisti di Aspi da continui aumenti delle tariffe e assenza di investimenti nella manutenzione ordinaria e straordinaria. Ovviamente, per una valutazione compiuta dell`accordo raggiunto stanotte, il diavolo e` nei dettagli, a cominciare dal valore delle azioni Aspi in riferimento all`aumento di capitale riservato a Cdp. Il Parlamento deve vigilare con continuita` ed attenzione e il governo deve essere pronto a intervenire. A tal fine, bene ha fatto il Consiglio dei Ministri a confermare la possibilita` di revoca dell ...


15 Luglio 2020 di Stefano Fassina

Guarda l’elenco completo degli articoli del Blog di Patria e Costituzione