Il ritorno della politica – Scuola di formazione a Frattocchie

Cosa sta avvenendo alla politica in questi tempi così convulsi? Quali sono i problemi centrali da affrontare in questi tempi di impoverimento e insoddisfazione? Come possiamo rispondere al peggioramento delle condizioni di vita nelle periferie del paese? Quali sono le forme più efficaci di comunicazione per rappresentare le domande dei lavoratori e delle classi popolari? Come ci si destreggia tra i mille strumenti digitali con cui ogni giorno si parla di politica? Questi e altri temi saranno discussi alla nostra Scuola Estiva, che si terrà dal 6 all’8 Settembre all’Hotel Excel di Frattocchie, presso Roma: la località dove il Partito Comunista italiano formava i suoi quadri e i suoi dirigenti. Perché per fare politica dalla parte di chi lavora serve un grande sforzo di educazione collettiva! Al termine della scuola farà seguito l’assemblea nazionale di Patria e Costituzione domenica 8 settembre (a presto maggiori dettagli su questo appuntamento).

Programma provvisorio:

Scuola Estiva Frattocchie – 6-7 settembre 2019

“Il ritorno della politica”

 

Venerdì 6 settembre

 

13-14.30 Arrivo/registrazione
14.30-14.45 Saluti iniziali di Stefano Fassina e Samuele Mazzolini
14.45-15 Storia della scuola delle Frattocchie di Anna Tonelli (docente presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo)
15-16.30 1.      Come rappresentare i non rappresentati 2.      Società e potere nell’era digitale 3.      Contro il regionalismo differenziato
17-18.30 4.      Lavoro, ritorno al XIX secolo 5.      Energia dopo l’era del petrolio 6.      Migrazioni: oltre buonismo e cattivismo
18.30-19.30 7.      Presentazione del libro “Sovranità” di Carlo Galli
21-22.30 8.      Conferenza magistrale – Manuel Bompard (France Insoumise – Francia)

 

 

Sabato 7 settembre

 

 

10-11.30 9.      Tra globalizzazione e de-globalizzazione 10.  La nuova politica in giro per il mondo 11.  Gli squilibri della moneta unica
12-13.30 12.  Vie di uscita dalla lunga crisi economica 13.  Il nuovo movimento climatico 14.  La filosofia della nuova politica
15-16.30 15.  Per un femminismo di popolo 16.  La metamorfosi dei partiti 17.  Le periferie al centro
17-18.30 18.  Conferenza magistrale – Fabio De Masi (Die Linke – Germania)
21-22.30 19.  Conferenza magistrale – íñigo Errejón (Más Madrid – Spagna)

 

  1. Come rappresentare i non rappresentati

C’è lo spazio per un nuovo soggetto politico progressista oggi in Italia? Quali sono i settori della società che non si sentono rappresentati né dal governo Lega-5 Stelle, né dal PD. E come si possono intercettare?

Guido Salza – ricercatore presso l’Università di Torino

Matteo Cavallaro – ricercatore presso l’Université Paris XIII

Massimo Angelo Zanetti – ricercatore presso l’Università della Valle d’Aosta

Modera: Floriana D’Elia

 

  1. Società e potere nell’era digitale

Le tecnologie stanno cambiando in meglio o in peggio la vita dei cittadini? E la politica cosa può fare per metterle al servizio di tutti?

Gabriele Giacomini – filosofo, autore di Potere Digitale

Juan Carlos De Martín – docente presso il Politecnico di Torino

Sergio Bellucci – scrittore e giornalista

Stefano Simoncini – ricercatore media digitali

Modera: Paolo Gerbaudo

 

  1. Contro il regionalismo differenziato

Il regionalismo differenziato proposto dalla Lega è una minaccia all’unità del paese e alla possibilità di godere degli stessi diritti di cittadinanza da Trapani a Belluno. Quale modello territoriale alternativo proporre?

Stefano Poggi – ricercatore presso l’Istituto Universitario Europeo

Gianfranco Viesti – docente presso l’Università di Bari

Floriana Cerniglia – docente presso l’Università Cattolica di Milano

Modera: Paolo Ortelli

 

  1. Lavoro, ritorno al XIX secolo

Frammentario, impoverito, subalterno: le condizioni degradanti del mondo del lavoro odierno fanno pensare a un ritorno al XIX secolo. Quali sono le vie di uscita?

Pasquale Tridico – presidente dell’INPS

Alessandra Pelliccia – segretaria generale della Filcams Cgil di Roma e del Lazio

Alessandro Somma – docente presso l’Università di Ferrara

Modera: Domenico De Blasio

 

  1. Energia oltre l’era del petrolio

 L’emergenza climatica ci costringe a cambiare rapidamente modello energetico. Ma come possiamo costruire un sistema energetico veramente sostenibile dal punto di vista ambientale e che dia più potere e controllo ai cittadini?

Riccardo Mastini – ricercatore presso l’Università Autonoma di Barcellona

Grazia Pagnotta – docente presso Roma Tre

Giovanni Battista Zorzoli – presidente di ISES Italia

Modera: Silvia Pennazzi

 

  1. Migrazioni: oltre buonismo e cattivismo

L’intensificazione del fenomeno migratorio è al centro di un dibattito politico sempre più infuocato. Tuttavia gli spostamenti umani non riguardano solo l’afflusso di disperati dai sud del mondo, ma anche l’emigrazione di centinaia di migliaia di giovani italiani. Come gestire realisticamente e umanamente queste dinamiche epocali?

Goffredo Buccini – giornalista del Corriere della Sera

Stefano Allievi – docente presso l’Università di Padova

Francesco Sylos Labini – redattore e fondatore di Roars

Flavia Cerino – Avvocato A.S.G. Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione

Modera: Marco Adorni

 

  1. Presentazione del libro “Sovranità” di Carlo Galli

Carlo Galli – docente presso l’Università di Bologna

Introduce: Samuele Mazzolini

 

  1. Conferenza magistrale di Manuel Bompard

Manuel Bompard – europarlamentare della France Insoumise

Introduce: Tommaso Nencioni

 

  1. Tra globalizzazione e de-globalizzazione

I processi di globalizzazione economica hanno effetti sempre più pronunciati sulle economie occidentali, rendendo privi di protezione segmenti di popolazione un tempo al riparo dalle intemperie sociali. Attraverso quali meccanismi avviene questo fenomeno? Andiamo verso un mondo post-globale?

Rosa Fioravante – ricercatrice

Alfredo D’Attorre – politico e docente presso Università di Salerno

Monica Di Sisto – giornalista e attivista

Paolo Borioni – docente presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Modera: Paolo Cornetti

 

  1. La nuova politica in giro per il mondo

Quali sono le prospettive politiche nei paesi dove la sinistra è riuscita a dimostrare una certa vitalità negli ultimi anni (Gran Bretagna, Francia, Spagna)? E fino a che punto quelle esperienze sono definibili come populismi di sinistra?

David Broder – caporedattore Jacobin Italia

Lenny Benbara – direttore Le Vent Se Léve

Laura Parker – coordinatrice nazionale di Momentum

Modera: Tommaso Nencioni

 

  1. Gli squilibri della moneta unica

Cosa succede quando ci si ritrova con una politica monetaria unica affidata a un’autorità indipendente con un mandato ristretto in assenza di meccanismi di riequilibrio? L’effetto è un allargamento delle diseguaglianze economiche e politiche tra creditori e debitori, tra centro e periferia d’Europa.

Sergio Cesaratto – docente presso l’Università di Siena

Andrea Del Monaco – giornalista economico

Modera: Paolo Ortelli

 

  1. Vie di uscita dalla lunga crisi economica

Perché l’Italia non cresce? A cosa va attribuita la depressione economica che attanaglia il nostro Paese? È colpa dell’euro, della burocrazia, dei lacci e lacciuoli o di cos’altro? E come fare per rilanciare lo sviluppo economico?

Massimo D’Antoni – docente all’Università di Siena

Simone Gasperin – ricercatore presso UCL di Londra

Antonella Stirati – docente a Roma Tre

Modera: Matteo Bortolon

 

  1. Il nuovo movimento climatico

Greta, Friday’s for Future e l’impennata dei Verdi in diversi paesi europei segnalano un rinnovato interesse per la questione ambientale nel dibattito pubblico internazionale. Ma quali sono i precedenti dell’ambientalismo in Italia? E come portare avanti una politica ambientalista oggi?

Grazia Pagnotta – docente presso l’Università di Roma Tre

Sergio Gentili – politico e scrittore

Grazia Francescato – politica e attivista ambientalista

Modera: Carlotta Giovannucci

 

  1. La filosofia della nuova politica

Machiavelli, Marx, Gramsci, Laclau e molti altri autori sono al centro del dibattito teorico dei nuovi movimenti politici sorti dopo la crisi. Quali sono le idee necessarie a costruire per una politica per le masse?

Guido Cappelli – docente presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale

Geminello Preterossi – docente presso l’Università di Salerno

Francesco Marchesi – ricercatore presso la Scuola Normale Superiore di Pisa

Modera: Marcello Gisondi

 

  1. Per un femminismo di popolo

“Femminismo per il 99%” recita l’indovinato titolo di un libro uscito recentemente. Ma come si coniugano le istanze femministe in un discorso politico rivolto alle grandi maggioranze?

Olimpia Malatesta – ricercatrice Università di Bologna

Anna Cavaliere – docente presso l’Università di Salerno

Melinda Di Matteo – assessore alla II Municipalità di Napoli

Modera: Marcello Gisondi

 

  1. La metamorfosi dei partiti

Può il partito essere ancora la forma per organizzare i subalterni e cambiare le cose? O è uno strumento ormai inadatto ai nostri tempi?

Paolo Gerbaudo – docente presso il King’s College di Londra

Fabrizio Barca – economista e politico, coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità

Antonio Floridia – dirigente della regione Toscana

Modera: Rosa Fioravante

 

  1. Le periferie al centro

Il popolo delle periferie è sempre più al centro del dibattito in questa congiuntura politica. Ma cosa bolle nelle aree periferiche del nostro paese e delle nostre città? Quali sono le evoluzioni culturali e politiche che lo rendono sempre di più ago della bilancia?

Daniele Leppe – avvocato e attivista

Federico Bonadonna – urbanista

Salvatore Monni – docente presso l’Università di Roma Tre

Veronica Pujia – sindacalista CGIL-SICET

Modera: Laura Pinzauti

 

  1. Conferenza magistrale di Fabio De Masi

Fabio De Masi – deputato tedesco di Die Linke

Introduce: Stefano Fassina

 

  1. Conferenza magistrale di Íñigo Errejón

Íñigo Errejón – capogruppo di Más Madrid presso l’Assemblea di Madrid

Introduce: Samuele Mazzolini

 

ISCRIVITI ALLA SCUOLA!

O se vuoi comunque sostenerci senza partecipare alla scuola partecipa alla nostra raccolta fondi

Password must be at least 7 characters long.
Password must be at least 7 characters long.
In Euro
Accetto