Il 25 aprile è la prova: Salvini non è un genio

Da cosa si capisce che Salvini non è poi così astuto come lo ritraggono ammiratori e detrattori? Dal fatto che invece di fiondarsi sulla Festa di Liberazione per farne l’archetipo fondativo della Nazione sovrana (parole- archetipo, Nazione e sovrana – che dovrebbero piacere molto alla lega di destra post-padana), la irride, la diserta platealmente, la degrada a “derby”, la fa passare come una “festa dei centri sociali”.

di Daniela Ranieri

Ranieri_250419