Per riprenderci la dignità del lavoro e la sovranità popolare

Così la guerra dei Salari (Che fa ricca Berlino) spinge i Neo-Nazionalisti Così la guerra dei Salari (Che fa ricca Berlino) spinge i Neo-Nazionalisti

Così la guerra dei Salari (Che fa ricca Berlino) spinge i Neo-Nazionalisti

Finalmente, anche dai media “mainstream” qualche dato di realtà nella discussione sull’Ue e l’eurozona. I dati riportati da Federico Fubini oggi su Il Corriere Economia dovrebbero chiarire perché il problema fondamentale è il mercato unico ancor prima del Fiscal Compact. È per questo che abbiamo proposto ai candidati e alle canditate al Parlamento europeo 5 punti  relativi alla libera circolazione di capitali, servizi, merci e persone tra Paesi con condizioni salariali drammaticament ...


20 maggio 2019 di Redazione
Otto domande (e risposte) sull’Europa Otto domande (e risposte) sull’Europa

Otto domande (e risposte) sull'Europa

Cosa è in gioco con le elezioni europee? Il Parlamento europeo ha veri poteri? Chi concretamente decide la politica europea? L’Europa è diretta dalla coppia Francia-Germania? L’esempio del Portogallo dimostra che la crescita e la fine della austerità sono possibili nei limiti della UE? Quali spazi ci sono per costruire un’Europa sociale? Può l’armonizzazione fiscale essere la soluzione? Si può democratizzare l’UE cambiando i Trattati? La Ue è riformabile? L’adesione all& ...


19 maggio 2019 di Redazione
Lettera aperta alle candidate e ai candidati al Parlamento UE Lettera aperta alle candidate e ai candidati al Parlamento UE

Lettera aperta alle candidate e ai candidati al Parlamento UE

Tra pochi giorni, voteremo per il Parlamento europeo. Da mesi, si sottolinea che “sono le prime elezioni in cui la posta in gioco è l’Unione europea”. Ma è davvero deprimente l’assenza di una pur minimale discussione di merito, tra dimissioni di Siri, crociate reazionarie di Salvini e presidi anti-fascisti. Le posizioni in campo sono state polarizzate, dai media mainstream e dai protagonisti, in una contrapposizione artificiosa e strumentale: “sovranisti” contro “europeisti”. Sono categorie e de ...


18 maggio 2019 di Redazione
Scandalizzarsi (ovvero: brevi note sul lavoro dell’insegnante) Scandalizzarsi (ovvero: brevi note sul lavoro dell’insegnante)

Scandalizzarsi (ovvero: brevi note sul lavoro dell'insegnante)

Ha fatto giustamente scalpore in questi giorni il caso dell’insegnante palermitana, sospesa dall’insegnamento perché i suoi studenti in un video avrebbero accostato le politiche migratorie di Salvini alle leggi del 1938 sulla Difesa della Razza. Visto l’oggetto della discussione la notizia ha rapidamente fatto breccia sui media nazionali e nelle discussioni parlamentari. Premesso che è perfettamente giusto che si esponga questo caso come scandaloso, sarebbe però forse opportuno ...


18 maggio 2019 di Andrea Zhok
Intervista a Mélenchon  «Siamo con i gilet e per il sovranismo, ma del popolo» Intervista a Mélenchon «Siamo con i gilet e per il sovranismo, ma del popolo»

Intervista a Mélenchon «Siamo con i gilet e per il sovranismo, ma del popolo»

Una bella intervista di Francesco Campolongo e Loris Caruso, per Il Manifesto, a Jean-Luc Melénchon, il leader de La France Insoumise. Da segnalare alcuni passaggi in discontinuità con il paradigma culturale delle sinistre riformiste e radicali. Sulle relazioni con l’Ue e l’euro-zona, Siamo per l’uscita dai Trattati europei. Questi Trattati impediscono gli investimenti necessari per la transizione ecologica, distruggono i diritti sociali e i servizi pubblici, mettono al di sopra di tutto il dogm ...


14 maggio 2019 di Redazione
La libertà verticale La libertà verticale

La libertà verticale

Segnaliamo la recensione di Carlo Formenti al saggio di Onofrio Romano La libertà verticale. Come affrontare il declino di un modello sociale (Meltemi Editore, Roma, 2019). ...


13 maggio 2019 di Redazione
Ciò che è taciuto nell’appello di sindacati e Confindustria Ciò che è taciuto nell’appello di sindacati e Confindustria

Ciò che è taciuto nell'appello di sindacati e Confindustria

Su Micromega, Enrico Grazzini commenta con severità ma anche con efficacia l’Appello per l’Europa sottoscritto da Confindustria e Cgil-Cisl-Uil: L’Appello per l’Europa firmato qualche giorno fa dai sindacati CGIL, CISL e UIL e da Confindustria conferma purtroppo la profonda debolezza di analisi e di capacità propositiva delle organizzazioni dei lavoratori e dell’associazione nazionale degli imprenditori nel campo decisivo delle politiche europee e delle politiche macroec ...


4 maggio 2019 di Alessandro De Toni
La Gran Bretagna dichiara lo stato di “emergenza climatica”. Approvata la mozione di Corbyn. La Gran Bretagna dichiara lo stato di “emergenza climatica”. Approvata la mozione di Corbyn.

La Gran Bretagna dichiara lo stato di “emergenza climatica”. Approvata la mozione di Corbyn.

La Camera dei Comuni anglosassone ha proclamato lo stato di “emergenza climatica”, accettando la mozione che era stata presentata dal leader laburista Jeremy Corbyn: un passo storico per la Gran Bretagna, che diventa così il primo paese al mondo ad aver dichiarato che sì, il problema climatico esiste e va preso di petto. È chiaro che questa proclamazione non dovrà restare solo sulla carta se si vogliono dare risposte concrete ed efficaci alla sfida dei cambiamenti climatici, ma è un primo passo ...


3 maggio 2019 di Redazione
I maggio, festa “globale” dei lavoratori I maggio, festa “globale” dei lavoratori

I maggio, festa "globale" dei lavoratori

Se non l’avete mai fatto prima, scorrete la lista e rimarrete colpiti dalla quantità di paesi che festeggiano il primo maggio come festa dei lavoratori. Diciamo con lievissimo margine di errore che sono pressoché tutti. Certo, con differenze. In Iran il primo maggio non ha una valenza di festa pubblicamente riconosciuta, tuttavia secondo l’articolo 63 del codice del lavoro esiste la festa per i lavoratori. In paesi prossimi come Svezia e Danimarca l’atteggiamento è opposto: dal 1939 la Svezia fe ...


1 maggio 2019 di Paolo Borioni
L’idraulico polacco e il camionista bulgaro L’idraulico polacco e il camionista bulgaro

L'idraulico polacco e il camionista bulgaro

Se l’adesione dei Paesi dell’Est Europa può essere vista come una minaccia concreta per le classi lavoratrici, la ragione è la totale mancanza, nell’architettura dell’Unione, di clausole per l’armonizzazione fiscale e sociale. È il tema dell'”idraulico polacco”. Tema che ha contribuito ad allargare il numero dei sostenitori della Brexit e a convincere i proletari francesi a votare per Le Pen. Ad oggi diverse centinaia di migliaia di polacchi vivono, infa ...


29 aprile 2019 di Alessandro De Toni
Più dell’immigrazione, è la fuga dei giovani a preoccupare Più dell’immigrazione, è la fuga dei giovani a preoccupare

Più dell'immigrazione, è la fuga dei giovani a preoccupare

Secondo un sondaggio dell’European Council on Foreign Relations (ECFR), la maggioranza degli elettori di Italia, Polonia, Romania e Spagna sono più preoccupati dei flussi di emigrazione che di quelli di immigrazione. Mentre l’immigrazione è importante per alcuni elettori, non è l’unico campo di battaglia per i voti prima delle elezioni del Parlamento europeo. L’emigrazione e le questioni interne, come la corruzione, il costo della vita, la salute, l’alloggio e la disoccup ...


29 aprile 2019 di Redazione
25 aprile: giudizio storico e giudizio politico 25 aprile: giudizio storico e giudizio politico

25 aprile: giudizio storico e giudizio politico

In questi ultimi giorni Matteo Salvini e Giorgia Meloni si sono dissociati dai festeggiamenti per il 25 aprile. Le ragioni addotte dai due riguardano il presunto carattere ‘divisivo’ o ‘di parte’ di tali festeggiamenti. Questo punto merita un chiarimento. Si può comprendere il senso preelettorale di queste prese di posizione, tatticamente (e cinicamente) volte ad attrarre il voto dell’elettorato di ispirazione neofascista, che qualche punto percentuale lo fa. E si può anche comprendere l’intenzi ...


24 aprile 2019 di Andrea Zhok